TutelaImmobiliare

Assicura i tuoi beni e tutelati per tempo.

Proteggi i tuoi immobili.

Scopri le Soluzioni.

TutelaPatrimonio

Non lasciare che un errore comprometta il tuo futuro.

Tutela Patrimoniale.

Scopri le Soluzioni.

Risanamento Aziendale

Non lasciare che un errore comprometta il tuo futuro.

Tutela Patrimoniale.

Scopri le Soluzioni.

Il Bel Paese cresce, ma solo per metà…

Cosa succederà nel 2011 nel “nostro” Paese? Ci sarà una crescita?
Il rapporto Unioncamere parla chiaro: la ripresa arriverà dal Nord-Ovest con il +1,6%.  A seguire il Nord Est con +1,5%, contro una media nazionale prevista all’1,3%.
Nello specifico, a livello locale, la Regione Lombardia e Milano si confermano – così come accade negli ultimi 15 anni – in testa alla classifica con oltre 36.500 euro di ricchezza personale.
Grosse novità, invece, per la Capitale, che con 32.568 euro di Pil procapite, scatta in avanti, entrando tra le dieci città più dinamiche dello Stivale e guadagnando ben 7 posizioni.
Secondo quanto emerso dai dati presentati in occasione della 132esima assemblea nazionale dell’Unioncamere, Roma è al quinto posto della classifica nazionale sulla ricchezza riferita al 2009.
Per quanto riguarda il prossimo anno, è previsto dunque un aumento al Nord, mentre l’economia procederà in maniera più lenta al Centro (+1,1%), con la sola eccezione delle Marche (+1,4%).
Al Sud, invece, la crescita media è dello 0,8%, con la Sicilia all’1,1% e la Campania all’ultimo posto con +0,5%.
Ma perché si cresce di più al Nord? Così come spiega Barbara Corrao nelle pagine de Il Messaggero, il motivo è riconducibile alle esportazioni: tra le regioni è infatti la Lombardia ad occupare – in previsione – il primo posto con un aumento stimato al 7% dei suoi export. Seguono il Veneto (+6,3%), l’Emilia Romagna (+5,9%) e la Calabria (+5,4%).
Stop, invece, per il Molise e la Valle d’Aosta.
Tra le città più ricche del 2009, la spuntano insieme a Roma, anche Rimini, Trieste e Lucca (salite di una trentina di posizioni rispetto al 1995). A perdere, invece, una ventina di posizioni: Pordenone, Biella e Lodi.
Il Pil va dai 36.530 euro di Milano ai 14.346 di Carbonia-Iglesias (Sardegna).

(Fonte: Il Messaggero)

Compila il modulo, ti contatteremo noi.

 

Nome e Cognome (*)

Mail (*)

Telefono (*)

Il tuo messaggio