TutelaImmobiliare

Assicura i tuoi beni e tutelati per tempo.

Proteggi i tuoi immobili.

Scopri le Soluzioni.

TutelaPatrimonio

Non lasciare che un errore comprometta il tuo futuro.

Tutela Patrimoniale.

Scopri le Soluzioni.

Risanamento Aziendale

Non lasciare che un errore comprometta il tuo futuro.

Tutela Patrimoniale.

Scopri le Soluzioni.

Il fisco e i dati reperibili nei social network

Nel mondo di internet si moltiplicano le fonti a disposizione. Per scovare gli evasori infatti, la Guardia di finanza sceglie le cosiddette “fonti aperte” ovvero i social network come Facebook, Twitter o Linkedin. L’occhio del fisco si focalizza dunque nei profili degli utenti con vacanze costose e acquisti di lusso, che potrebbero insospettire gli ispettori fiscali.

In un futuro non molto lontano, sembra dunque certo che le fonti aperte della Guardia di finanza e dell’Agenzia delle entrate si potrebbero arricchire delle informazioni che gli utenti lasciano ignari sui social network. Ad oggi gli ispettori fiscali si concentrano anche su riviste settimanali o quotidiani, per scovare acquisti di immobili o altre spese voluttuarie di rilievo che interessano personaggi famosi e non. Niente di più semplice dunque se non ampliare i dati reperibili sui social network. Una prassi che già in alcuni stati degli Usa e in Belgio avviene. Infatti gli organi predisposti hanno sperimentato questa tipologia di ricerca per recuperare i soldi delle tasse o aumentare le prove a carico degli evasori. Per il momento l’agenzia delle entrate italiana ha creato un apposito gruppo che entro il 2011 pubblicherà un rapporto con il quale verranno analizzati gli approcci e le esperienze nel mondo dei social network.

(fonte: Italia Oggi)

Compila il modulo, ti contatteremo noi.

 

Nome e Cognome (*)

Mail (*)

Telefono (*)

Il tuo messaggio