TutelaImmobiliare

Assicura i tuoi beni e tutelati per tempo.

Proteggi i tuoi immobili.

Scopri le Soluzioni.

TutelaPatrimonio

Non lasciare che un errore comprometta il tuo futuro.

Tutela Patrimoniale.

Scopri le Soluzioni.

Risanamento Aziendale

Non lasciare che un errore comprometta il tuo futuro.

Tutela Patrimoniale.

Scopri le Soluzioni.

Le caratteristiche proprie del trust servirebbero anche al patrimonio dello Stato

Lo dice al Corriere della Sera l’ex banchiere Luigi Arcuti (è stato presidente dell’Imi, la banca dell’Iri per il credito industriale poi confluita in SanPaolo e nel gruppo Intesa). Sono stati molti, tra cui il segretario del Pdl Alfano, a proporre un Fondo per valorizzare il patrimonio dello Stato attraverso l’emissione di obbligazioni. «Ma con un fondo che appartiene al debitore, cioè allo Stato, non si combina niente, il creditore non si fida».

Arcuti propone invece l’istituzione di un vero trust, un “ente di fiducia” che si assuma in carico tutti, ma proprio tutti, i beni dello Stato, dagli immobili alle partecipazioni anche in mano agli enti locali, e che sia dati in gestione a due grandi banche, magari una italiana e una straniera. Dunque tale trust rappresenterebbe già di per sé un’enorme garanzia a fronte dell’alto debito pubblico italiano. Tanto che non dovrebbe neppure vendere alcunché né emettere obbligazioni. Salvo che nel caso lo Stato si trovasse effettivamente in difficoltà nel pagare gli interessi del debito o tranche di titoli pubblici in scadenza.

Roma, sabato 4 agosto 2012